I Cicli nel trading Online

Nel Trading Online diversi studi sui Cicli definiscono delle ripetizioni di movimento che si ripropongono anche con affidabilità superiore all’80% .

Il duro lavoro sta nell’ imparare a studiare i particolari, le ripetizioni,

 

 

La statistica definisce che ci sono  giorni migliori per operare nel trading Online, scoprendo che ci sono giorni che  sarà più profittevole far trading e altri giorni che sarà meglio impegnarsi in altre attività.

Ci sono mercati che il venerdì fanno ciclicamente enormi balzi di prezzo, altri mercati che statisticamente il primo giorno di contrattazione di ogni mese hanno dei giorni di ribassi, altri strumenti finanziari che il 18 e 19 esimo giorno di contrattazioni del mese sono giorni profittevoli (statistica degli ultimi sei anni), altri mercati che nella seconda ora di contrattazione definiscono la direzione della giornata in un’altissima probabilità di volte.

I Cicli sono diversi, si ripetono ed esiste un perchè, non è una opinione ma un dato dimostrabile.

Aver chiara una direzione su cui concentrare l’attenzione e lo studio può portare un vantaggio e solo un trader che ha accesso a certe conoscenze può portare il suo conto in crescita.

 

Se pensi che la formazione costi cara nel trading pensa a quanto è costosa l’ignoranza…

Se ritieni di dover aumentare le tue conoscenze la prima cosa che devi comprendere è che ci sono due schieramenti nel trading, quelli che hanno maggiore preparazione e accesso a determinate conoscenze e quelli che danno loro i soldi perchè non hanno conoscenze formative e giusta preparazione sufficiente.

Se ritieni di voler cominciare a cambiare schieramento prima di mettere i soldi nel mercato a favore di quei trader che hanno più conoscenze, investi una piccola cifra nell’apprendere una fondamentale verità di chi e come muove i prezzi nei mercati. 

Impara a conoscere chi nel Trading Online sono i tuoi avversari e come si prendono gioco di te e nello specifico come si prendono di fatto il tuo stop Loss.

Guarda qui

 

I

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *